REGIONE CAMPANIA

regione campania

CONFORM promuove, progetta, gestisce e rendiconta progetti di ricerca, formazione, innovazione tecnologica, produzione audiovisiva e cinematografica, in ambito regionale e nazionale, a valere su Avvisi e Bandi di Ministeri, Regioni e Fondi Interprofessionali, con particolare riferimento allo sviluppo di nuovi modelli formativi e di business, di innovazioni di processo/prodotto, di internazionalizzazione, di implementazione di soluzioni tecnologiche aumentate (AR/VR/MR), di promozione e valorizzazione del patrimonio culturale, materiale, immateriale e industriale, con l’utilizzo di modalità interattive in grado di incrementare gli elementi esperienziali, per rendere “intelligente” ed “emozionale” un ambiente statico e tradizionale.

LE PRINCIPALI AREE DI COMPETENZA DEI PROGETTI DI RICERCA, FORMAZIONE E CONSULENZA NAZIONALI

  • sviluppo delle competenze tecnico-professionali, manageriali, relazionali e comportamentali delle figure professionali preposte al presidio del business e della qualità dei servizi/prodotti offerti
  • sperimentazione di modelli di analisi del fabbisogno, di macro e micro progettazione, di erogazione, valutazione e controllo qualità di percorsi formativi in grado di trasferire a giovani e gruppi deboli del mercato del lavoro le competenze richieste dai sistemi produttivi locali
  • valorizzazione e promozione della cultura imprenditoriale e manageriale
  • valorizzazione e tutela del patrimonio artistico, architettonico, storico, degli antichi mestieri, della tradizione artigianale e dei prodotti tipici locali
  • valorizzazione e promozione dello sviluppo turistico attraverso la realizzazione di azioni di marketing territoriale, animazione socio culturale e sensibilizzazione naturalistico-ambientale
  • promozione e gestione di iniziative finalizzate ad accrescere la competitività delle imprese, mediante lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi centrati sull’innovazione tecnologica, sull’ammodernamento e sull’internazionalizzazione dei processi produttivi.

PROGETTI SVOLTI ED IN CORSO – REGIONE CAMPANIA

E.A.S.I. – Empowerment e Apprendimento per lo Sviluppo Imprenditoriale

Il progetto “E.A.S.I. – EMPOWERMENT e APPRENDIMENTO per lo SVILUPPO IMPRENDITORIALE” in coerenza con le politiche di sviluppo occupazionale della Regione Campania – Misure anticicliche e salvaguardia dell’occupazione, Programma “Azioni di marketing territoriale” PAC III DGR 497/2013 – ha inteso favorire lo sviluppo di idee di business innovative e culturali per la valorizzazione dei Beni e delle attività culturali del Territorio.

Obiettivo del programma è stato quello di sviluppare nei partecipanti la capacità di auto-valutare la qualità e la fattibilità della propria idea d’impresa creativa, innovativa e culturale elaborando con i necessari supporti metodologici, tecnologici e formativi una coerente, valida e sostenibile business idea che si connota per forti elementi di fattibilità ed innovazione capace di attrarre foundraiser in forza di una spiccata correlazione con le policy e i programmi di sviluppo del territorio e di circuiti locali del business nel settore della valorizzazione e promo comunicazione dei beni e delle attività culturali.

Tecnico per la Valorizzazione e Promozione dei Beni e delle Attività Culturali

Il percorso formativo “Tecnico per la valorizzazione e promozione dei beni delle attività culturali” mira a favorire processi di crescita occupazionale, anche a lungo termine, saldamente ancorati alle peculiari vocazioni del territorio ed integrati nei piani e nei programmi di sviluppo economico e sociale regionali.
In tale ottica, la “risorsa territorio”, viene proposta nella sua accezione più ampia (paesaggio, valori della cultura locale, giacimenti storici e artistici) e costituisce, alla luce delle tendenze esaminate, il principale asset
territoriale regionale, attraverso la realizzazione di un sistema locale di offerta formativa che prende linfa proprio dal patrimonio culturale, mirando a favorire la crescita di nuove opportunità occupazionali ed imprenditoriali, puntando sulla valorizzazione delle risorse e sul recupero di identità e culture locali.

La figura professionale in uscita sarà in grado di proporsi sul mercato del lavoro sia in qualità di lavoratore autonomo e/o di consulente, con l’ avvio di nuove iniziative imprenditoriali in forma individuale e/o associata, nel settore dei servizi per la valorizzazione dei beni e delle attività culturali. Il percorso di apprendimento, mira al trasferimento di metodologie e strumenti di job creation, che consentiranno ai beneficiari di individuare l’idea imprenditoriale definendone il settore di riferimento, il target di potenziali utenti e i relativi bisogni da soddisfare, la tipologia di prodotti/servizi da immettere sul mercato, le modalità da adottare per l’avvio della nascitura impresa.

PARTNERSHIP

  • CONFORM (Soggetto capofila)
  • Associazione Ente Premio SELE D’ORO ONLUS
  • Fondazione Meridies
  • Dipartimento di Studi e Ricerche Aziendali (Management & Information Technology)/DISTRA

Centro Sperimentale di Sviluppo delle Competenze per il settore finanziario – assicurativo

Il Centro Sperimentale di Sviluppo delle Competenze rappresenta uno strumento di valenza strategica nel contesto campano, proponendosi di attivare un circuito virtuoso finalizzato a:

  • Ricercare, analizzare e valutare gli andamenti ed i trend evolutivi del settore creditizio ed assicurativo
  • interpretare meglio i fabbisogni attuali e prospettici delle aziende e del territorio e alla valorizzazione del capitale umano attraverso una efficace promozione e investimento della conoscenza
  • migliorare l’efficienza, promuovendo e gestendo lo sviluppo ed il cambiamento delle organizzazioni;
  • garantire il costante adeguamento delle competenze in funzione dei principali ruoli e dei compiti chiave  nell’organizzazione;
  • sviluppare nuove professionalità;
  • migliorare la qualità dei servizi/prodotti formativi per i settori target;
  • generare ed alimentare processi di sinergia multi-attore per potenziare la dimensione creditizia assicurativa come leva per lo sviluppo territoriale, anche attraverso modalità di promozione di forme di partnership con Scuole e Università.

Il CSSC si fonda sull’articolata rete di partner che cooperano per realizzare servizi destinati al settore della finanza e delle assicurazioni, volti alla valorizzazione del capitale umano e a interpretare meglio i fabbisogni delle aziende e del territorio attraverso una efficace azione di promozione e investimento della conoscenza.

PARTNERSHIP

  • CONFORM (Soggetto capofila)
  • Banco di Napoli SpA;
  • Intesa San Paolo Formazione SCPA;
  • Equitalia SUD SpA;
  • Federazione Campana delle Banche di Credito Cooperativo Scrl;
  • Università degli Studi di Salerno;
  • Università degli Studi “Suor Orsola Benincasa”;
  • Istituto tecnico Commerciale Statale G. Carli;
  • ISISS Adriano Tilgher,
  • Istituto Statale d’Istruzione Secondaria Superiore “Gregorio Ronca”;
  • Project & Planning Srl

Banche del Gusto

P.I. “Filiera Turistica Enogastronomica”, S006 REG – POR Campania 2000/2006 – Misura 4.7 Promozione e Marketing Turistico approvato con Delibera della Giunta Regionale della Campania n. 340 del 27.2.2004.

Il CONFORM ha promosso e gestito in qualità di Soggetto Capofila dell’ATI con la Quattro Valli Tecnology System SpA, la Management & Sviluppo s.s. e la Ri.For.Med. Srl, l’organizzazione e la gestione del progetto “Banche del Gusto”.

Il progetto è stato finalizzato all’attivazione di un sistema di offerta turistico-enogastronomica che ha trasformato le risorse enogastronomiche in un attrattore turistico, integrandole in un set di servizi – “primari” e “secondari” – di qualità coerente, effettivamente fruibili dai visitatori e la cui domanda sia stimolata da opportune e incisive azioni di marketing e comunicazione.

E’ stato “disegnato” un programma complessivo di interventi per la creazione delle “Banche del Gusto”, a partire dalle Porte e dalle Stazioni del Gusto già individuate nell’ambito del PI “Filiera Turistica Enogastronomica”, ovvero:

–      la “Banca del vino”, le cui ipotesi di localizzzazione coincide con la porta d’ingresso di Tufo;

–      la “Banca del formaggio”, che trova il suo punto di riferimento nella Porta di Calitri, già sede della cosiddetta “formaggioteca”;

–      la “Banca del prosciutto”, localizzazione nel comune di Trevico.

Attraverso le seguenti tre tipologie di Ricerca:

  1. un’analisi di sostenibilità tecnico-territoriale
  2. un’analisi economico-finanziaria
  3. un’analisi amministrativa-istituzionale per la definizione di un modello operativo e funzionale.

L’ATI ha valutato le ipotesi localizzative rapportandone le funzionalità rispetto al modello di Porta e Stazione del Gusto, elaborato in sede di Documento di Orientamento Strategico del P.I., verificando se i luoghi già selezionali sulla base di analisi di sostenibilità essenzialmente di tipo tecnico-istituzionale, da parte del Tavolo di Concertazione del P.I., possano svolgere anche il ruolo di “Banche del Gusto”.

Nello specifico sono state realizzate le seguenti attività:

–     realizzazione di alcuni interventi infrastrutturali “chiave” per dotare il territorio di strutture, strategicamente ubicate, che offrano prima accoglienza, informazioni e presentazione delle risorse del territorio (le cosiddette “Porte del Gusto”), o che, alternativamente, siano specificamente destinate alla valorizzazione di determinate produzioni (le “Stazioni del Gusto”);

–     realizzazione di un sistema di ospitalità specificamente orientato alle esigenze del turismo enogastronomico, con un’attenzione particolare alla tipologia delle “country houses” e alla ricettività extralberghiera in genere, da attuarsi, in particolare, attraverso una originale forma di contratto di investimento;

–     promozione e commercializzazione dei prodotti turistici, con la realizzazione di un marchio di qualità delle iniziative ristorative e di ospitalità, la realizzazione di un sistema coordinato di eventi enogastronomici, azioni di co-marketing e promozione, oltre all’internazionalizzazione dei prodotti tipici.

–    adozione di un sistema di servizi-chiave e dei relativi standard di servizio, grazie al ricorso alla metodologia QFD (“Quality Function Deployment”), che assicura il presidio della qualità, da attuarsi attraverso le valutazioni di osservatori privilegiati, quali tour operator e agenti di viaggio.

Il Mangiastorie

Il CONFORM ha partecipato alla realizzazione del Progetto “Il Mangiastorie” a valere sul PI “Filiera Turistica Enogastronomica”, che ha avuto come obiettivo quello di:

  • realizzare un’Analisi Conoscitiva ed una mappatura dei luoghi e dei prodotti della filiera enogastronomica della Campania;
  • promuovere i prodotti ed i luoghi inseriti nel “PI Filiera Turistica-Enogastronomica”, incrementando i flussi turistici;
  • sviluppare azioni specifiche sul segmento trade del mercato turistico per favorire lo sviluppo di flussi turistici e l’incoming verso i territori del PI.

organizzare 20 eventi spettacolari, selezionati tra quelli esistenti sul territorio e meritevoli di integrazione culturale eventi utili, per l’elaborazione di 26 week-end del gusto a cui correlare pacchetti turistici e offerte per il tempo libero, finalizzate ad aumentare i flussi turistici legati all’enogastronomia.

Per ulteriori informazioni sul progetto, visita il sito http://www.ilmangiastorie.it/progetto.aspx

PARTNERSHIP

  • Città della Scienza Scpa onlus (Soggetto capofila)
  • CONFORM
  • Federculture
  • Pubblifirst srl
  • Ravello srl

COF – Città di Avellino

Misura 3.14 A POR Campania : promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro.

Il CONFORM ha aderito in qualità di partner di Città della Scienza al Progetto Cof “Città di Avellino”, a valere Avviso Pubblico per l’affidamento della implementazione di servizi/attività a supporto della realizzazione di iniziative relative alle azioni A della misura 3.14 del POR Campania: promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro.

Il progetto ha avuto quale finalità generale quella di favorire l’incremento quantitativo e qualitativo della partecipazione femminile al mercato del lavoro e di contrastare i fenomeni di discriminazione ed esclusione ai danni delle donne, promuovendo l’inserimento lavorativo, lo sviluppo di carriera e la creazione di lavoro autonomo e di impresa.

Tra i principali risultati perseguiti dal Progetto si ricordano:

  • il Centro per l’Occupabilità Femminile nel Comune di Avellino, finalizzato alla implementazione di servizi diversificati di informazione, formazione e consulenza destinati alla potenziale utenza femminile residente nel contesto avellinese.
  • i bilanci di competenze delle discenti
  • l’analisi motivazionale delle discenti
  • il Portafoglio di competenze della storia professionale e formativa di ciascuna partecipante
  • i portali dedicati alle pari opportunità ( https://www.conform.it/pariopportunita/formazione.html ) ed alla creazione d’impresa al femminile (  https://www.conform.it/impresarosa/home.html  )

PARTNERSHIP

  • Città della Scienza
  • Conform
  • Althaea

Futuro Remoto

Equal, FASE II – Misura 2.2 (Azione 1 ed Azione 2) PS: IT – G2 – CAM – 017

Il CONFORM ha promosso ed attuato nell’ambito dell’Iniziativa Equal II^ Fase il progetto “Futuro Remoto” finalizzato a favorire lo sbocco occupazionale di giovani mediante la riscoperta e la rivalutazione, in una chiave moderna di sviluppo sociale ed imprenditoriale del territorio, delle antiche arti e degli antichi mestieri che costituiscono la memoria storica e l’impronta culturale delle comunità dell’Alta Irpinia e del Medio Alto Sannio.

Il progetto è stato caratterizzato dalle seguenti attività:

RICERCA

  • analisi degli itinerari turistico/culturali
  • mappatura delle lavorazioni tradizionali e delle botteghe artigiane
  • catalogazione dei processi di lavorazione e delle attività tipiche dell’artigianato rurale di particolare interesse storico, etnografico e culturale minacciate dal  rischio di cessazione e scomparsa
  • mappatura dei servizi esistenti, per individuare le opportunità per la creazione di servizi a supporto di un’offerta turistica migliore e innovata

ORIENTAMENTO

Diffusione della cultura d’impresa nei giovani attraverso il potenziamento dei servizi offerti dai Centri per l’impiego della Provincia di Avellino e Benevento a supporto all’utente nella scelta del percorso di impresa.

EMPOWERMENT DELLE IMPRESE ARTIGIANE E AGRITURISTICHE

  • potenziamento e riqualificazione dell’artigianato tradizionale, attraverso il recupero e lo sviluppo delle botteghe d’arte in un’ottica moderna, basata sulla competitività e l’innovazione
  • potenziamento e riqualificazione delle aziende agrituristiche, per migliorare la qualità dei servizi offerti nell’ottica di un turismo sostenibile.

FORMAZIONE FORMATORI

Percorso formativo della durata di 50 ore, rivolto a 60 docenti della provincia di Av e Bn, di cui il l’80 % donne, affinché acquisiscano strumenti e metodi per orientare i giovani alla cultura d’impresa e alla valorizzazione delle risorse del territorio. Sono previste tre edizioni corsuali articolate come segue:

–  20 ore di lezioni frontali in materia di  creazione di impresa con partecipazione attiva del gruppo, simulazioni, esercitazioni individuali e in gruppo, brainstorming, giochi di ruolo, testimonianze, studio di casi, percorsi di autovalutazione

–  10 ore di  FAD per approfondire le conoscenze acquisite in aula

–  20 ore di Project Work  per lo sviluppo di un business plan.

FORMAZIONE GIOVANI

Percorso formativo della durata di 600 ore, rivolto a 20 giovani disoccupati di lunga durata e/o in cerca di prima occupazione in uscita dalla scuola delle province di Av e Bn, di cui il 70% donne.

ASSISTENZA ALLA CREAZIONE D’IMPRESA

Assistenza agli aspiranti imprenditori nell’elaborazione dell’idea imprenditoriale, nella stesura del business plan, nella scelta della forma societaria e della forma di finanziamento, nonché nell’avvio dell’attività

MAINSTREAMING

Diffusione in itinere dei risultati del progetto per generare un effetto moltiplicatore dell’iniziativa attraverso il coinvolgimento di  Associazioni culturali, APT, Pro Loco, Enti locali, Associazioni di categoria, mass media.

PARTNERSHIP

  • Dipartimento di Analisi dei Sistemi Economici e Sociali dell’Università degli Studi del Sannio;
  • SO.N.T.E.D. S.r.l.;
  • OBR Campania – Organismo Bilaterale Regionale perla Formazionein Campania;
  • Associazione Regionale per l’Ambiente e l’Agriturismo – Terranostra Campania;
  • Banca della Campania S.p.A;
  • “Rete multiattore di sostegno istituzionale al progetto, composta da:

–        Ufficio d coordinamento Centri per l’Impiego –Politiche del Lavoro della Provincia di Avellino
–        Ufficio Scolastico Regionale perla Campania-Centro Servizi Amministrativi Provinciale di Avellino – CSA
–        Comunità Montana del Fortore
–        Comunità Montana del Titerno
–        Comunità Montana del Tammaro
–        Assessorato al lavoro della Provincia di Benevento

Formare

POR Campania 2000-2006 Misura 3.8 Tipologia d

Il progetto ha:

–      promosso un processo di ricerca-azione per la definizione e  la sperimentazione di metodologie attive e tecnologie innovative per diffondere tra formatori che si occupano di adulti a forte rischio di emarginazione sociale teorie, modelli e strumenti alla base della formazione degli adulti (accoglienza, contratto formativo, assistenza tutoriale, lavoro in rete e progettazione integrata);

–      consentito di fornire un kit di materiali trasferibili ai formatori nelle loro realtà lavorative e riutilizzabili in sessioni successive

Tipologia di destinatari

Il progetto si è rivolto a 100 formatori che, nella provincia di Avellino, lavorano in contatto con soggetti appartenenti a “gruppi obiettivo”, quali adulti portatori di handicap, appartenenti a fasce a forte emarginazione sociale e immigrati.

Numero di ore formative erogate

Le attività formative sono state realizzate in cinque edizioni da 60 ore ciascuna e ogni edizione ha previsto la partecipazione di 20 formatori.