Il Piano Formativo Territoriale “S.PR.INT. – Sviluppo Produzione e Internazionalizzazione” supporta le micro, piccole imprese dei distretti produttivi agroindustriali, metalmeccanici e dei servizi del territorio della Provincia di Foggia, ad acquisire le competenze per gestire con successo la competizione globale,  attraverso percorsi di qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti e di internazionalizzazione per l’allungamento delle filiere e la partecipazione a “reti intelligenti”, orientate ai mercati esteri.

Il piano, opera negli ambiti considerati “più suscettibili” di produrre “cambiamenti e trasformazioni” ad “impatto significativo”, in grado cioè di dare un contributo alla “sostenibilità” e al dinamismo organizzativo e produttivo del territorio coinvolti, facendo proprie le indicazioni delle imprese che individuano le aree d’intervento prioritarie nei seguenti filoni:

QUALIFICAZIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI E DEI PRODOTTI

INTERNAZIONALIZZAZIONE.

Il Piano prevede interventi formativi finalizzati a qualificare le “figure chiave” che operano nelle imprese target implementando i ruoli, le professionalità e i diversi profili aziendali con competenze strategiche per governare la complessità e per operare in mercati e contesti di crescente dinamismo individuale, organizzativo e produttivo.

Si mirerà a dotare le imprese di competenze più ampie e inclusive dei nuovi processi di qualificazione della produzione, anche attraverso personalizzazione dei prodotti e strategie di sviluppo internazionale del business più efficienti, inserendosi su filiere ibride e su reti intelligenti in modo che la specializzazione territoriale sia collocata in sistemi produttivi integrati.

PROGETTO

Avviso 5/2015 Ambito Territoriale Piano Formativo “S.PR.INT. – Sviluppo Produzione e Internazionalizzazione” AVT/078/15

Soggetto proponente

Cesiform srl
CONFORM – Consulenza, Formazione e Management S.c.a.r.l.

Partner

Università degli Studi di Foggia – Dipartimento di Economia
Cambridge Academy
Istituto di Istruzione Superiore “Righi”